venerdì 11 dicembre 2009

Cosa dicono loro?

ARTICOLO SENSAZIONALE USCITO IN KUWAIT

(MA ‘STRANAMENTE’ NESSUN GIORNALE EUROPEO LO HA RIPRESO)

pubblicato dal quotidiano

AL-QABAS (03/12/ 2009)

VI SIETE DIMENTICATI DELLE CAMPANE DELLE CHIESE?

di Dalaa Al-Mufti

E’ successo un pandemonio dopo il risultato del sondaggio effettuato dal governo svizzero in cui la maggioranza degli svizzeri e’ risultata favorevole al divieto di costruire minareti nel Paese.

Come al solito, ci sono state delle reazioni di rabbia da parte dei nostri signori deputati, come quella espressa dal MP Tabtabaie che ha dichiarato che questa decisione non fa altro che confermare il proseguimento dello spirito di crociata in un Paese che sostiene di essere leader nel liberalismo laico.

Non so perche’ i nostri deputati fanno finta di dimenticare il laicismo ed il liberalismo nel nostro Paese e se li ricordano soltanto nei Paesi occidentali. Perche’ noi abbiamo diritto di vietare, di annullare di proibire e gli altri no?? perche’ noi possiamo permetterci di insultare e di offendere e non solo, ma di opporsi contro qualsiasi persona che non appartiene alla nostra razza o religione e se qualcuno dovesse pronunciare soltanto una parola contro di noi succede il finimondo.

Nonostante il governo ed il parlamento svizzero si sono opposti all’iniziativa, considerandola una violazione della costituzione e del principio della liberta` di espressione e della fede, e nonostante le molte critiche espresse da esponenti europei e anche dal Vaticano, oltre il 55% degli svizzeri ha votato a favore della proposta del divieto di costruire nuovi minareti. Di conseguenza si sono divulgati articoli e commenti contro la Svizzera, il suo governo e la sua popolazione; alcuni hanno fatto appello di boicottarla come era stato fatto precedentemente con la Danimarca ed altri hanno chiesto ai proprietari dei miliardi di ritirare i propri soldi dalle banche Svizzere!

La domanda che viene spontanea e’: “vi siete dimenticati che suonare le campane in Kuwait e’ proibito”??

Vi siete dimenticati delle campagne di accuse di ateismo che vengono fatte contro i cristiani che si scaturiscono (e si scaturiranno) nei quotidiani ogni dicembre?

Vi siete dimenticati delle leggi che vietano la costruzione di chiese in alcuni Paesi arabi ed in altri Paesi con molte restrizioni?

Vi siete dimenticati delle invocazioni che vengono rivolte ogni venerdi` nelle nostre moschee chiedendo a Dio di disperderli e di sterminarli??

Vi siete dimenticati delle “Fatwa” – che vengono “regalate a Natale” dai nostri deputati - che proibiscono di fare gli auguri ai cristiani per le loro feste?

Vi siete dimenticati della legge che vieta la concessione della cittadinanza ai non musulmani, e della quale ci vantiamo di essere il primo Paese che la decretata?

La decisione degli Svizzeri e’ razziale ed estremista, ma il razzismo e’ lecito a noi ed e’ illecito a loro? Possiamo noi avere la liberta` di proibire, di vietare e di decretare cio` che vogliamo nel nostro Paese, mentre loro devono per forza rispettare noi, la nostra religione e le nostre leggi?

Gli Svizzeri hanno soltanto detto stop a nuovi minareti e non hanno messo un freno alla liberta` di frequentare le moschee, di pregare e di praticare la religione islamica.

Dalaa Al-Mufti

2 commenti:

alessandro ha detto...

questo al-mufti ha dimostrato (almeno sembra)una buona dose di obbiettività, apertura mentale, e modernità.
quello che non capisco è: dobbiamo "temerlo" o seguirne l'esempio?
alex

alessandro ha detto...

non capisco se lei sia d'accordo con quanto scritto dal Dalaa Al-Mufti o contrario. gradirei conoscere il suo pensiero.
alex

Arte sacra