mercoledì 26 marzo 2008

!Mamma la Turco!

Occorre smascherare le vere intenzioni di chi, come Livia Turco, lavora solo per affermare il diritto della donna all’autodeterminazione. Affermare di essere dalla parte della vita del nascituro, e nello stesso tempo impegnarsi per “la riduzione dei tempi di attesa” della procedura abortiva è una contraddizione che solo la totale perdita della ragione può tenere insieme. Il Comitato Verità e vita ricorda al Ministro Turco che nel 1996 il Comitato nazionale di bioetica ha dichiarato che ‘il concepito è uno di noi’. Rendere più “rapido” l’accesso all’aborto significa, dunque, rendere più rapida ed efficiente la catena che conduce alla uccisione di un essere umano innocente. Chi lavora per rendere più veloce una forma di omicidio legalizzato non è certamente un difensore della vita umana.

Per il Comitato Verità e Vita
Il Presidente
Mario Palmaro

venerdì 21 marzo 2008

Appello elettorale di Storia Libera

Il direttore e i collaboratori di Storia Libera, nella convinzione della grande importanza delle prossime consultazioni politiche, e nella certezza che sia dovere di ogni cattolico essere presente, per amore della Chiesa e della Patria, rivolgono a tutti gli amici che seguono la vita del sito e dei forum questo appello elettorale:- premesso che confermiamo che Silvio Berlusconi è l’unico leader politico in grado di assumere la Presidenza del Consiglio, per avviare il Paese alla ricostruzione, dopo quasi due anni di disastroso esperimento comunista, dobbiamo specificare che:- la grande stima e l’affetto che nutriamo per Ferrara, che ha dimostrato coraggio e razionalità eccezionali , non ci impedisce di sottolineare l’inopportunità politica di un voto alla sua lista;- valutiamo opportuno, in tutte le sedi in cui sia presente con le sue liste, dare il nostro voto alla Lega, come soggetto di posizioni nette e inequivoche all’interno del centrodestra;- in tutte le altre sedi valutiamo opportuno dare il nostro voto al Popolo della Libertà, senza farci confondere dalle tattiche di Veltroni, che tende sempre più a sfumare differenze che invece esistono, e sono profonde e determinanti;- abbiamo profonda ed esplicita diffidenza per un “centro”, che pretende di contrabbandarsi come luogo naturale del voto cattolico, mentre appare, anche per il vissuto dei suoi leader, come luogo di un pericoloso e destabilizzante opportunismo, pronto a future alleanze col miglior offerente.
Il 13 e 14 aprile 2008 si giocano le sorti del nostro Paese, il futuro dei nostri figli, la nostra identità religiosa, culturale e naturale. È il momento delle scelte nette e decise.

Il cristianesimo è immortale

Il cristianesimo è stato dichiarato morto infinite volte. Ma, alla fine, è sempre risorto, perché Dio conosce bene la strada per uscire dal sepolcro
(Gilbert Keith Chesterton).

Cina comunista, complici occidentali e Tibet

La Cina ha occupato con la forza militare il libero paese del Tibet nel 1949. Nessuno ha mosso un dito per difedere il Tibet come si fece per il Kuwait nella Guerra del Golfo. Addirittura, nello sciagurato periodo del secondo governo Prodi, Prodi stesso ha visitato la Cina facedo mille salamelecchi e dichiarando la Cina un paese amico, partner commerciale privilegiato, infischiandosene - o forse apprezzando - le 10.000 condanne a morte annuali, i milioni di aborti forzati, la repressione nel sangue di ogni desiderio religioso e di libertà. Ora i tibetani sono stufi dell'oppresione dell'invasore comunista e si stanno ribellando. La Cina reprime nel sangue la legittima rivolta. Il Papa invita al dialogo e il ministro degli esteri cinese dichiara, senza vergogna:"La cosiddetta tolleranza non può esistere per i criminali, che devono essere puniti secondo la legge" in risposta all'appello di Benedetto XVI. Le olimpiadi cinesi devono essere annullate finchè la Cina non recede dal suo imperialismo comunista violento e assassino. Strano che nessun pacifista o comunista nostrano si accorga della situazione, faccia lo sciopero della fame, protesti davanti alle ambasciate cinesi ecc. ecc. Che temano di morir di fame prima di essere esauditi? O forse temono di dover capire che la propria ideologia è spazzatura?

mercoledì 12 marzo 2008

L'amicizia

L'amicizia è nata nel momento in cui una persona dice a un altro: "Ma guarda un po' Anche Lei? Pensavo di essere il solo!".
(Clive Staples Lewis)

domenica 9 marzo 2008

Sì alla Vita, senza condizioni!

"L'uomo rimane uomo con tutta la sua dignità, anche quando è un embrione o in stato di coma".
Papa Benedetto XVI

giovedì 6 marzo 2008

La Chiesa non può muoversi coi tempi

“La Chiesa non può muoversi coi tempi; semplicemente perché i tempi non si muovono. La Chiesa può solo infangarsi coi tempi e corrompersi e puzzare coi tempi. Nel mondo economico e sociale, come tale, non c’è attività, eccettuata quella specie di attività automatica che è chiamata decadenza: l’appassire dei fiori della libertà e la loro decomposizione nel suolo originario della schiavitù. In questo, il mondo si trova per molte cose allo stesso piano dell’inizio dell’oscuro medioevo. E la Chiesa ha lo stesso compito di allora: salvare tutta la luce e la libertà che può essere salvata, resistere a quella forza del mondo che attrae in basso, e attendere giorni migliori. Una Chiesa vera vorrebbe certo fare tutto questo, ma una Chiesa vera può fare di più. Può fare di questi tempi di oscurantismo qualcosa di più di un tempo di semina; può farli il vero opposto dell’oscurità. Può presentare i suoi ideali in tale e attraente e improvviso contrasto con l’inumano declivio del tempo da ispirare d’un tratto agli uomini qualcuna delle rivoluzioni morali della storia, così che gli uomini oggi viventi non siano toccati dalla morte finché non abbiano visto il ritorno della giustizia. Non abbiamo bisogno, come dicono i giornali, di una Chiesa che si muova col mondo. Abbiamo bisogno di una Chiesa che muova il mondo”.
(Gilbert Keith Chesterton)

Arte sacra