domenica 9 settembre 2007

Parlano (bene) del mio ultimo libro

Sul sito RagionPolitica di Forza Italia è comparso il 6 settembre un bell'articolo di recensione di Mario Secomandi del mio libro "A sinistra di Dio - Origini e destino del laicismo". Mi rallegro che anche le forze culturali della politica si siano rese conto, dopo l'enorme e subitaneo successo di "A sinistra di Dio", nonostane non abbia avuto nessuna pubblicità, dell'importanza di dare un fondamento solido all'azione e alla battaglia culturale.
Per acquistare il volume si può scrivere un ordine a edizioni@fedecultura.com al prezzo di 9 euro + 4 di spese di spedizione. Vi invito a visitare il sito di Fede & Cultura che ha molte ottime pubblicazioni.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

la politica non si è resa conto proprio di nulla. stanno semplicmente usando il suo libro per attaccare la sinista, ma non creda che l'abbiano letto. si comportano sempre così, istintivamente, con tutto ciò che capita loro sotto mano.

la stanno usando...

Anonimo ha detto...

ho letto questo libro...


lo stile era così così, ma mi ha comunque permesso di passare qualche ora divertente davanti al caminetto.

aveste visto che belle fiammelle, faceva...

Giovanni Zenone Ph.D. ha detto...

Mi rammarico che ci siano persone così ripiegate su se stesse da fare - o dire anche per ischerzo - quello che faceva Hitler pochi anni or sono: roghi di libri che non gli andavano a genio. Questa è l'"apertura mentale" della sinistra.

Anonimo ha detto...

Mi rammarico che ci siano persone così ripiegate su se stesse da fare - o dire anche per ischerzo - quello che facevano i tribunali medievali: tacciare di eresia persone di cui non capivano le ragioni. questa è l'apertura mentale degli integralisti.

non dei cristiani eh... degli integralisti...

siamo pari, tesoro :)
eppure non sono di sinistra...

Anonimo ha detto...

parli dei roghi di libri e poi selezioni gli interventi, escludento quelli da te ritenuti "blasfemi"?
ci vuole un bel coraggio...

Ps: hitler era di sinistra? :)

Giovanni Zenone Ph.D. ha detto...

Siamo alla solita tiritera: il medioevo oscurantista, i roghi medievali, l'ingoranza medievale... La vera ignoranza, crassa, è di chi ripete queste sciocchezze senza darsi pena di guardare con animo sgombro da pregiudizi ideologici la più grande epoca della storia dell'occidente: il medioevo. Arte, letteratura, filosofia, architettura e tanto altro di quel tempo sono ai vertici della bellezza, mai più raggiunti e tutt'ora oggetto di piacere e studio. Sui tribunali medievali, e soprattutto quelli della Santa Inquisizione, si vada a leggere "Elogio dell'Inquisizione" di Jean-Baptiste Guiraud (Ed. Leonardo 1994)! Chi ha opinioni come le sue è di sinistra: evidentemente Lei non ha affatto letto il mio "A sinistra di Dio" dove si spiega cosa significa sinistra come categoria antropologica, ma si è intrufolato qui solo per insultare e spandere il veleno che ha in cuore. PIù cultura e meno ideologia!

Giovanni Zenone Ph.D. ha detto...

Io seleziono tutti i post che mi garba perchè sono in casa mia. Quando si scrivono surrettizie bestemmie o insulti personali non gli do posto. Si vada a confessare che Le farà un gran bene: ma non da un prete cattocomunista, scelga un santo! Ce ne sono ancora...

Anonimo ha detto...

allora, prima di tutto io non ho affatto definito il medioevo come un periodo di ignoranza. ho parlato dell'accusa di eresia nei tribunali medievali. e non mi sono riferito ai tribunali ecclesiastici: l'accusa di eresia era giudicata anche dai tribunali dello stato, senza tirare in mezzo l'inquisizione.
quindi, per favore, non cerchi critiche alla Chiesa anche dove non ve ne sono. non è mio interesse fare dell'anticlericarismo. :)

volevo soltanto farle notare che il tacciare l'opinione altrui di blasfemia non è proprio un segno di apertura mentale.

aggiungo che non sono mai stato di sinistra e che l'attuale governo non ha fatto altro che rafforzare le mie convinzioni.