Distrazioni

Dobbiamo evitare che i nostri sensi, soprattutto la vista, ci procurino distrazioni: i doni della grazia infatti appartengono solo a chi prega e si prende cura della propria anima.
(Irina Goraïnoff, Serafino di Sarov, p.198)

Commenti

Anonimo ha detto…
Ok compagno Zenone, faremo tesoro dei tuoi preziosi suggerimenti.
Hasta la victoria siempre!

Post popolari in questo blog

Sulle unioni omosessuali

Società democratica, relativismo e obiezione di coscienza

Crociata di preghiera per il Papa e la Chiesa