Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2008

Martirio

L'agenzia Zenit.org il 12 febbraio 2008 annunciava che in Iraq sono stati rilasciati i quaranta bambini sequestrati e rapiti da un gruppo di terroristi a Baghdad mentre si recavano a scuola. Tre di questi bambini sono cristiani e i rapitori avevano imposto loro di convertirsi all’islam, pena la morte. Si tenga presente che per diventare musulmani basta pronunciare la formula detta shahada, cioè affermare davanti a due testimoni musulmani che c’è un solo Dio ed è Allah e Maometto è il suo Profeta. Eppure quei tre bambini si sono rifiutati, dichiarandosi disposti a morire pur di restare cristiani. Chissà, forse i rapitori si sono spaventati loro, di fronte alla prospettiva di creare dei martiri. Martiri un po’ diversi da quelli a cui sono abituati, visto che nessuno li ha indotti tramite promesse paradisiache e finanziamenti alle famiglie. Diversi, anche, perché non suicidi-omicidi. Diversi, infine, perché possiamo immaginare tre bambini che resistono alla pressione psicologica dell…

E poi dicono che i comunisti non si cibano di carne umana...

In Cina ogni giorno sono eseguite almeno 30 condanne a morte. I dati prudenziali di Amnesty International e altre agenzie parlano di almeno 10.000 giustiziati ogni anno. La Cina contribuisce quindi per più del 90% al numero totale di condanne a morte eseguite in tutto il mondo. Gli assassinati sono spesso persone innocenti, o colpevoli di delitti non violenti. La superficialità dei giudizi sommari, la rapidità con cui sono pronunciati, le confessioni estorte con la tortura fanno del sistema giudiziario cinese il regno dell’arbitrio e della corruzione. Ma l’orrore non si ferma qui. Appena il condannato è stato giustiziato, le autoambulanze ferme nei dintorni si avvicinano, scendono infermieri e chirurghi, vengono espiantati dai corpi immobili gli organi vitali, le autoambulanze ripartono a tutta velocità. Questo è il volto feroce della Cina «comunista», che si prepara a celebrare nel prossimo maggio 2008 le Olimpiadi – simbolo di pace e di fratellanza fra gli uomini.

CINA
Traffici di mor…

Lezioni cattoliche: ascolta Giovanni Zenone

Non più funzionante, temporanemente.

Una moratoria anche sulla fecondazione artificiale

A cominciare dagli ospedali cattolici.
"Con la fecondazione artificiale extra-corporea, é stata infranta la barriera posta a tutela della dignità umana." Le parole di Benedetto XVI - rivolte giovedì 31 gennaio 2008 ai partecipanti alla Sessione Plenaria della Congregazione per la Dottrina della Fede – riaffermano con forza una verità scomoda e tremenda: ogni tecnica di fecondazione artificiale che produce embrioni fuori dal corpo della donna è un attentato alla dignità dell'uomo.
Il testo competo del comunicato è consultabile all'indirizzo http://www.comitatoveritaevita.it/pub/comunicati_read.php?read=110
Tramite il sito potrete consultare i precedenti comunicati stampa, nonchè altro materiale pro-life del Comitato Verità e Vita.

La Chiesa Cattolica è l'unica vera Chiesa

La Chiesa cattolica è l'unica vera Chiesa di Cristo; la fecondazione artificiale è sempre contraria alla dignità umana. Sono due delle principali affermazioni contenute nel discorso che papa Benedetto XVI ha rivolto il 31 gennaio 2008 ai membri della Congregazione della Dottrina per la Fede. Un intervento importante che potrete leggere integralmente cliccando qui.Nel discorso il Papa ribadisce la preoccupazione per un "persistente relativismo religioso e culturale" che distorce la dottrina della Chiesa, soprattutto in nome dell'ecumenismo e del dialogo interreligioso. Il Papa considera invece che sia proprio una visione relativista della Chiesa a bloccare il processo ecumenico. Da qui l'importanza di riconfermare che "l'una e unica Chiesa di Cristo ha la sua sussistenza, permanenza e stabilità nella Chiesa cattolica e che pertanto l'unità, l'indivisibilità e l'indistruttibilità della Chiesa di Cristo non vengono annullate dalle separazioni e …

Fecondazione artificiale... fra donne!

Scienziati britannici hanno annunciato di aver messo a punto una tecnica per 'trasformare' le cellule del midollo osseo della donna in spermatozoi, con il risultato di 'tagliare fuori' l'uomo dal processo del concepimento. Questa è una delle "conquiste" di una scienza sganciata dalla morale e dalla dignità del'uomo. Su questo tema ha parlato con chiarezza il Papa in questi giorni. La "fecondazione artificiale extracorporea"; varie tecniche riproduttive, tra cui il "congelamento degli embrioni umani"; i "tentativi di clonazione umana" hanno "infranto la barriera posta a tutela della dignità umana". Lo afferma il Papa in un discorso alla assemblea plenaria della Congregazione per la dottrina della fede in cui invita anche la Congregazione a "seguire con particolare attenzione i problemi difficili e complessi della bioetica"."I nuovi problemi connessi, ad esempio, con il congelamento degli embrioni um…