mercoledì 15 dicembre 2010

Canaglia di sinistra al muro!

Abbiamo visto tutti le immagini orrende di Roma messa a ferre e fuoco dalla canaglia di sinistra, dai "pacifici manifestanti" che hanno distrutto e bruciato 300 automobili di innocenti cittadini, distrutto vetrine di innocenti negozianti, divelto cartelli stradali, spaccato le ossa e ferito a 60 agenti delle forze dell'ordine, bruciato copertoni, terrorizzato la cittadinanza, imbrattato i monumenti, sfigurato le vie/salotto di Roma, fatto esplodere bombe carte, depredato negozi in cui sono entrati usando pali di ferro come arieti.
Tutto minuziosamente organizzato in nome della pace, della democrazia, e di tutti i bastardi ideali della sinistra.
Invoco dal Governo l'uso della forza contro questi delinquenti, questi terroristi contro i quali le forze del'ordine e gli onesti cittadini non devono più rischiare la vita e la salute. Si rende sempre più necessario usare strumenti forti: proiettili di gomma e - se le orde di orchi di sinistra perseverano - di piombo. Credo sia giunto il momento di governare davvero: cacciare in galera i parlamentari e i professori di sinistra che apertamente o meno fomentino l'odio distruttivo cui abbiamo nostro malgrado assistito e con loro le teste calde che gli obbediscono in spregio alla volontà del popolo.

2 commenti:

Dionisio ha detto...

La sinistra ci impone da anni la dittatura dei buoni a nulla e dei parassiti, tanto che tutti i gangli della società ne sono pieni. L'università non fa che sfornare laureati analfaberti. Si cerca di invertire la rotta proponendo una riforma che premi l'impegno e il merito, e la sinistra scatena la guerra nelle piazze e in parlamento.
Non se ne può più. Il popolo dei capaci deve farsi sentire!

alex ha detto...

c'è stato un periodo (mi pare fosse un ventennio) in cui era la destra ad andare in piazza, "sfasciare", bruciare, raddrizzare qualche schiena . . . . . non mi pare sia finita bene.

Arte sacra