domenica 3 ottobre 2010

Incoerenza

L’8 settembre 2010, Mons. Giuseppe Zenti, Vescovo di Verona, nell’omelia per la festa della Madonna del Popolo nella Cattedrale di Verona ha detto che è drammatico per l’educazione alla fede e alla morale la constatazione che il 95% dei ragazzi che frequentano il catechismo non si incontrano eucaristicamente con Cristo alla Domenica.
Strano allora che con suo decreto abbia ribadito la revoca della mia idoneità all'insegnamento della religione cattolica già notificatami dal Vicario generale della diocesi Mons. Giuseppe Pellegrini e sollecitata da don Domenico Consolini, direttore dell'ufficio scuola diocesano. La colpa che è valsa questa condanna - senza un reale diritto alla difesa - al più titolato professore di religione cattolica di tutta la Diocesi di Verona è l'avere insegnato usando anche il catechismo di san Pio X, l'avere studenti che tornano alla Confessione e alla Comunione dopo anni di abbandono della Chiesa.
Certo però che se al mio posto mettono docenti che insegnano che "sull'omosessualità la Chiesa si dovrebbe aprire", che "l'inferno non esiste", che "le Crociate sono state un male", che "Dio è così misericordioso che perdona tutto" (anche senza bisogno di confessione, pentimento e conversione di vita), docenti sacerdoti che danno la comunione a divorziati e risposati o a protestanti valdesi e altre amenità di tal genere, allora si capisce che i primi responsabili della perdita delle anime sono proprio quegli stessi uomini di Chiesa che sono responsabili del silenziamento della Dottrina Cattolica di sempre e della diffusione al suo posto di errori dottrinali che sono però più "confacenti alla sensibilità contemporanea".

2 commenti:

Alberto ha detto...

Ullallà... allora i vescovi che commettono azioni "discutibili" non sono solo a Padova (la "cacciata" di Don Paolo, tanto per dinre una..)
Bisogna pregare molto per questa Chiesa!

Alex ha detto...

Incoerenza per incoerenza.

Le è stata revocata l'idoneità all'insegnamento, ma nel contempo riceve un premio, e tra le motivazioni leggo:“Docente di straordinaria perizia e qualità pedagogiche . . . ."

Mi faccia capire !

Arte sacra